Risparmio, investimenti finanziamenti
Patrizia Puliafito
DIRETTORE RESPONSABILE
Patrizia Puliafito
Patrizia Puliafito

Casa: i passi da fare per vendere e scegliere l’agenzia giusta

Gino Pagliuca
Vendere casa: come scegliere agenzia giusta SalvaDenaro

Se volete vendere  casa e non avete già un compratore, rivolgersi a un’agenzia immobiliare è una scelta obbligata per evitare seccature e spesso anche per  riuscire a strappare un prezzo più alto di quello che otterreste facendo da soli. Tutti  i passi e i controlli da fare per individuare il prezzo adeguato e l’agenzia giusta .

I primi passi da fare

  • Fare un sondaggio per avere un’idea del mercato,  documentandosi sui prezzi richiesti per appartamenti analoghi a quello che volete vendere.  Basta fare un giro su Internet e consultare  comparatori  e i siti delle agenzie immobiliari.
  • Essere obiettivi. Di solito si tende a sopravvalutare quasi sempre il proprio immobile, non solo per desiderio di guadagno, ma anche perché si tende a sopravalutare le eventuali ristrutturazioni fatte e gli arredi su misura. Il fatto è che per riuscire a farsi pagare  ristrutturazione e arredi occorre trovare un acquirente che abbia gli stessi gusti.
  • Chiedere più valutazioni. Individuato, dal sondaggio su Internet, un prezzo di massima, occorre  confrontarsi i professionisti. Se  non di  dispone di un’agenzia di fiducia, potete rivolgervi a più mediatori, cominciando da quelli che hanno l’agenzia vicina a casa che conosce meglio la zona. Le valutazioni sono gratuite. Attenzione però a non esagerare con le valutazioni perché moltiplicare i pareri significa anche aumentare la confusione. E’ possibile che le agenzie interpellate facciano valutazione maggiorate allo scopo di ottenere un incarico di vendita con il rischio  di non riuscire a trovare compratori.
  • Non scoprire le carte. Per evitare che l’agente immobiliare faccia valutazioni irrealistiche per assecondarvi e  ottenere l’incarico, è fondamentale non anticipare il prezzo che vorreste ricavare prima di avere sentito la  stima dell’agente.
  • Come individuare il prezzo corretto. Se il  prezzo che avete rilevato nella ricerca su web  e quello medio indicato dai mediatori  sono analoghi, o se tra la stima più bassa e la più alta c’è meno del 10% di differenza, avrete un prezzo realistico. Se invece tra il prezzo stimato in base  alla ricerca fatta su web e quello indicato dai mediatori  c’è una grande differenza, il prezzo realistico è quello delle agenzie.
  • Verificare se ci sono vicini e conoscenti interessati

Vendere da soli o dare l’incarico a un’agenzia?

Se volete vendere da soli dovete mettere in conto diverse  scocciature, come ad esempio: fare annunci, ricevere un elevato numero di telefonate ( per lo più da parte di agenzie che si propongono di vendere); dovrete  poi ritagliarvi molto tempo per far visitare l’appartamento; seguire le trattative e, nel caso troviate un acquirente, dovrete organizzare tutte le pratiche per il compromesso.

Se decidete per un’agenzia immobiliare ecco a cosa fare attenzioneAgenzie immobiliare SalvaDenaro

  • Verificate che l’agenzia abbia a disposizione tutte le informazioni necessarie per rispondere alle domande del potenziale acquirente ovvero:
    • regolarità urbanistica, ipoteche, titolarità del possesso, situazione condominiale, indicando, se esistono problemi nella documentazione in vostro possesso.
  • Scegliete l’agenzia  che ha effettuato la stima leggermente  più alta tra quelle interpellate:  se di tre agenzie una a valutato la casa 200mila euro, una seconda 210mila, e una terza 215mila meglio  scegliere quest’ultima.
  • Evitate l’agenzia che vi ha fatto una valutazione molto più alta delle altre interpellate, perché il rischio è di non riuscire a vendere e di perdere solo tempo.
  • Evitate l’agenzia che chiede un premio extra in caso di vendita  a un prezzo più alto di quello concordato, perché significa che il prezzo stimato è troppo basso.

Gli aspetti da controllare prima di dare l’incarico all’agenzia

1) Controllare che l’agenzia sia iscritta alla camera di commercio e l’agente sia iscritto alla camera dei mediatori.
2) Controllare l’entità  della provvigione. Di norma la si versa al compromesso, ma nulla vieta di stabilire che si paghi solo una parte al compromesso  e il saldo al rogito o interamente al rogito.
3) Sappiate che non c’è alcun obbligo di dare un incarico in esclusiva. Se l’agenzia la chiede, potete anche concederla, ma per un periodo ragionevole ( non oltre sei mesi) e l’incarico non deve prevedere clausole di tacito rinnovo.
4) Una volta definita la provvigione sulla vendita, sebbene una proposta di acquisto a un prezzo pari o superiore a quanto pattuito possa essere da voi non accettata avete però l’obbligo di versare al mediatore la provvigione.
5) Otre a essere eticamente riprovevole è anche controproducente cercare di contattare una persona che ha visitato la casa accompagnata dall’agenzia per mettersi d’accordo privatamente. Se infatti la vendita avviene a meno di un anno da quando l’agenzia ha messo in contatto le parti, scatta ugualmente il diritto alla provvigione.

 

Può interessare anche

Casa: prezzi in rialzo ma ancora interessanti

RIPRODUZIONE RISERVATA © 13 Febbraio 2019