Risparmio, investimenti finanziamenti
Patrizia Puliafito
DIRETTORE RESPONSABILE
Patrizia Puliafito
Patrizia Puliafito

Assicurazioni: guida alla disdetta della polizza

Redazione
Polizze assicurazioni: tacito rinnovo SalvaDenaro

Prima di firmare un’assicurazione leggete bene le clausole. Occhio al “tacito rinnovo” che, per la Rc auto è stato abolito, ma per le altre polizze è ancora attivo 

 

Si sottoscrive un’assicurazione per proteggere  tutto ciò che ci è caro e a cui diamo valore, sia esso un oggetto, un immobile, un evento o una persona fisica. Le polizze assicurative, infatti, ci proteggono in caso di spiacevoli inconvenienti. Sono obbligatorie per la circolazione dei mezzi di trasporto, mentre sono  polizze  ne esistono per ogni occasione e necessità:

  • Polizze vita
  • Polizze infortuni
  • Polizze viaggi
  • Polizze casa
  • Polizze animali domestici
  • Polizze smartphone
  • Polizze professionali

Se stipulare un’assicurazione è divenuto negli anni una procedura semplice, la disdetta richiede qualche attenzione in più. Già nella fase iniziale di acquisto della polizza sarebbe idealmente ottimale riuscire ad avere ben chiari i processi e i tempi necessari alla disdetta.  Data la varietà dell’offerta di polizze e di compagnie, le procedure di disdetta possono variare molto in modalità e tempistiche. Ecco una rapida guida:

Disdetta assicurazione auto

Partiamo dalla tipologia di polizza più comune che quasi tutti, prima o poi, ci troviamo ad affrontare: RC auto.

Grazie al Decreto Bersani del 2006 e all’abolizione definitiva del Tacito Rinnovo, avvenuta nel 2013 per tutte le compagnie assicurative, il contraente non deve più dare disdetta anticipata, ma può decidere di volta in volta se rinnovarla o se cambiare compagnia. A 30 giorni dalla scadenza la compagnia assicurativa fornirà all’assicurato la documentazione necessaria per il rinnovo, lasciandogli quindi libera scelta.

Il tacito rinnovo invece è ancora attivo per le altre polizze, come ad esempio quella che copre il rischio  infortuni del  conducente. In questi casi va data disdetta 60 giorni prima della scadenza, anche in caso di cambio di compagnia.

Per maggiori dettagli vi consigliamo di approfondire l’argomento su Facile.it come funziona nel dettaglio la disdetta dell’assicurazione auto.

Disdetta altre tipologie di assicurazione

  • Il tacito rinnovo: è ancora attivo anche per le polizze vita, infortuni e rischi professionali.  Anche in questi casi, non volendo più rinnovare la polizza,  la disdetta deve essere inviata entro 60 giorni dalla scadenza tramite raccomandata con ricevuta di ritorno.
  • Le polizze poliennali: nel caso scegliate una polizza con durata poliennale, magari a fronte di uno sconto sul premio, non potrete effettuare la disdetta prima di 5 anni e lo dovrete fare sempre tramite preavviso di 60 giorni, come previsto dall’Art 21, L 23 luglio 2009, n. 99, in materia di Iniziative a favore dei consumatori e della trasparenza dei prezzi. In questi casi, però, è  buona norma tenere presenti eventuali modifiche delle normative in atto.
  • Disdetta oltre il termine: Se sforate i tempi indicati nel contratto per dare la disdetta indicati, sarete obbligati a pagare il premio.

Occhio alle clausole contrattuali

Prima di firmare un contratto, di qualsiasi tipologia è sempre buona norma leggere attentamente le condizioni, le procedure e le tempistiche necessarie alla disdetta. Se temete di dimenticarvi di dare la disdetta nei tempi utili, cancellate la clausola “con tacito rinnovo”

Vista l’ampia gamma di offerta e di compagnie, a tutela dei contraenti interviene l’IVASS, Istituto per la vigilanza delle assicurazioni. L’istituto stesso ha stilato una lista di esempi di casistiche in cui l’assicurato ha diritto a presentare un reclamo

RIPRODUZIONE RISERVATA © 16 agosto 2018