Risparmio, investimenti finanziamenti
Patrizia Puliafito
DIRETTORE RESPONSABILE
Patrizia Puliafito
Patrizia Puliafito

Polizza Rca: le clausole di rivalsa

Redazione
Polizze auto: contratto e clausole di rivalsa SalvaDenaro

Quali sono clausole di rivalsa? Perché è importante leggerle attentamente? Una guida per capire cos’è il diritto di rivalsa.  

Le clausole di rivalsa, non sono sempre lette e comprese bene, mentre sono concetti importanti da  approfondire attentamente per evitare brutte sorprese in caso di incidente per colpa. Per approfondimenti ecco una guida: cos’è il diritto di rivalsa su Facile.it.

Vediamo come funziona un risarcimento RCA

La polizza Rca obbligatoria impegna la compagnia assicuratrice a rimborsare i danni causati dal proprio cliente al proprietario dell’altro veicolo coinvolto in un sinistro (detta anche controparte).

Se non avete acquistato la garanzia Kasko, che slega il rimborso dal concetto di responsabilità del sinistro, in caso di incidente con colpa, la polizza Rca  paga i danni che avete causato ad altri, ma non quelli riportati dalla vostra auto.

Il sinistro che avete procurato viene  inserito nell’attestato di rischi e comporterà il cambio di classe di merito con una conseguente  maggiorazione del premio nell’anno successivo.

Quali sono le clausole di rivalsa

Le clausole di esclusione e rivalsa sono le situazioni in cui la compagnia assicuratrice, in caso di vostra colpa del danno,  si rivarrà  su di voi per il costo dei danni provocati all’auto di controparte.

In altre parole, la compagnia risarcisce immediatamente la controparte a cui voi avete provocato il danno, ma  fa scattare la rivalsa su di voi che siete tenuto a rimborsare alla compagnia la somma che questa ha anticipato al danneggiato.

E’ dunque importante conoscere bene le clausole di rivalsa per essere consapevoli quando e come dovrete farvi carico di tutto o di parte del danno provocato.

Vediamo ora quali sono le situazioni che rientrano nelle clausole di esclusione

  • i casi in cui l’assicurato al volante ha provocato  l’incidente per colpa grave:

1- guidava in stato di ebbrezza. Ovvero il conducente ha superato il tasso alcolemico tollerato per legge in base                                        all’articolo  186 del Codice della Strada

2- guidava ignorando il fermo amministrativo del veicolo, disciplinato dall’articolo 214 del Codice della Strada,

3- guidava  senza patente o con patente scaduta. (In questo caso esiste una garanzia accessoria di rinuncia alla rivalsa.                         Pagando una quota aggiuntiva sul premio annuale si ottiene che la compagnia rinunci alla rivalsa)

4- usava lo smartphone mentre guidava

Le altre clausole di esclusione

  •  “guida esclusiva” questa clausola, se stabilita dal contratto, può far partire la rivalsa se al momento dell’incidente,                   non guidava il titolare della polizza assicurativa.

È bene verificare attentamente questa clausola che include anche casi particolari. Ad esempio:

In conclusione: poiché ogni compagnia d’assicurazione sceglie liberamente i casi in cui applicare esclusione e rivalsa è  fondamentale leggere attentamente il contratto soprattutto le clausole di rivalsa per non trovarsi brutte sorprese in caso di incidente.

RIPRODUZIONE RISERVATA © 17 novembre 2018