Risparmio, investimenti finanziamenti
Patrizia Puliafito
DIRETTORE RESPONSABILE
Patrizia Puliafito
Patrizia Puliafito

Investimenti: Borse, Oro, Petrolio, Euro, Dollaro, Bitcoin. Come sarà il 2018?

Carlo De Casa*
Investimenti: gli scenari per il 2018

Il 2017 si chiude con una serie di record per le borse, in particolare l’americana.  L’Euro ha dominato i primi nove mesi,  poi ha tirato il freno.  Cosa succederà nel 2018?

La domanda di fondo resta legata al futuro delle borse: dopo la grande corsa degli ultimi mesi ci sarà ancora spazio per altri rally nell’anno venturo o l’Orso tornerà a dominare la scena dopo un lungo ciclo rialzista?

Sul fronte delle materie prime, la ripresa del petrolio, che ha raddoppiato le sue quotazioni dai minimi di inizio 2016 può proseguire oppure gli investitori torneranno a premiare strumenti finanziari risk-off come l’oro?

Il recupero delle quotazione del petrolio negli ultimi due anni dai minimi sotto quota 30$ fino  sfiorare i 60$ nel novembre 2017

Le incognite  non mancano, sia dal punto di vista macroeconomico, sia geopolitico. Sono infatti cresciuti i dubbi relative alle politiche monetarie della Federal Reserve, che potrebbe non essere in grado di proseguire nel percorso di rialzo dei tassi al ritmo ipotizzato. Sul fronte europeo il quantitative easing proseguirà (a ritmo ridotto) almeno fino al settembre 2018.

La crescita dei cosiddetti partiti populisti apre nuovi interrogativi anche sul futuro governativo dei singoli stati europei, mentre in Germania Angela Merkel non è riuscita a formare un governo, lasciando dunque la locomotiva tedesca senza una chiara leadership.

L’incertezza non manca nemmeno sul fronte britannico. Anzi, i dubbi riguardanti le negoziazioni della Brexit e il debole governo di Theresa May offrono  uno scenario  difficile da analizzare, seppur sullo sfondo generale di un rallentamento della crescita economica britannica.

Come se non bastasse restano irrisolte problematiche geopolitiche come la questione Usa – Nord Corea.

 Euro e dollaro

Sul mercato forex  i primi otto mesi dell’anno sono stati caratterizzati dalla netta ripresa dell’euro, con il rapporto fra la moneta unica ed il dollaro che si è via via allontanato dalla parità, salendo da 1,05 a dei massimi oltre quota 1,20 nel mese di settembre. L’area 1,20/1,21 ha tuttavia ancora rappresentato un’importante resistenza per il cambio, respingendo al ribasso le quotazioni.

Dal punto di vista tecnico le quotazioni appaiono incanalate fra 1,16 e 1,20. Un primo segnale direzionale arriverà con il superamento al rialzo o al ribasso di questi valori. Il futuro del cambio euro/dollaro passa necessariamente anche dal quadro macroeconomico che appare, come visto, ancora molto incerto.

Bitcoin da record

Il 2017 verrà probabilmente anche ricordato come l’anno dei record per le criptovalute. Il Bitcoin, regina delle e-valute, ha visto quasi decuplicare i suoi prezzi (almeno nel momento in cui scriviamo), passando circa mille dollari a oltre 8.000 per bitcoin. Ampi rialzi anche per le altre criptovalute, fra cui Ethereum e Litecoin. Nonostante la lunga serie di record occorre ricordare i rischi derivanti dall’alta volatilità che caratterizza le monete virtuali e operare, nel caso in cui si decidesse di acquistarli, limitando appropriatamente l’utilizzo della leva finanziaria.

 *Capo Analista di ActvTrades

Per investire sul mercato valutario guarda il video tutorial

Per investire su mercati, valute, oro e materie prime: Etf ,  Etc-Etn, Etf Hedged, Certificati d’investimento

RIPRODUZIONE RISERVATA © 29 novembre 2017