Risparmio, investimenti finanziamenti
Patrizia Puliafito
DIRETTORE RESPONSABILE
Patrizia Puliafito
Patrizia Puliafito

Tassi e petrolio: si aspetta la Fed e l’Opec.

Redazione
Opec determinerà prezzo del petrolio salvadenaro

Dalla Fed è atteso un rialzo dei tassi dello 0,25%, mentre l’Opec determinerà il prezzo del petrolio. Commenta Alberto Biolzi.

Ecco la visione di Alberto Biolzi, responsabile direzione Wealth Management di Cassa Lombarda

Tassi

Usa: Il 14 giugno è atteso il responso di politica monetaria della Fed. Il mercato dà per scontato  un rialzo di 25 bps nei tassi di interesse a 1,00-1,25%. Per capire quanto aggressiva sarà la futura politica della Banca Centrale Usa, si attendono le dichiarazioni sui piani per la riduzione del bilancio della Banca Centrale (le stime sono per $5-10 miliardi al mese a partire da fine anno) e le proiezioni  dei tassi di interesse per i prossimi anni.

UK: La Bank of England (BOE) dovrebbe mantenere invariati i tassi. A breve dovrebbero anche prendere il via i negoziati sulla Brexit, con un governo di coalizione Tories-Unionisti nordirlandesi più debole nei confronti dell’UE.

Economia

Negli Usa si attende la diffusione di diversi indicatori macro. Tra cui i prezzi al consumo, vendite al dettaglio, gli indici manifatturieri e la produzione industriale, i dati dell’immobiliare e la fiducia dei consumatori.

In Europa saranno pubblicati dati di produzione industriale, Zew, inflazione.

In Cina si conosceranno i dati di vendite al dettaglio, investimenti fissi e produzione industriale. Questa settimana l’Opec e l’International Energy Agency pubblicheranno i rispettivi rapporti che dovrebbero segnalare una previsione di deficit di produzione per il secondo semestre e questo scenario dovrebbe fornire supporto all’apprezzamento del greggio.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © 12 giugno 2017