Risparmio, investimenti finanziamenti
Patrizia Puliafito
DIRETTORE RESPONSABILE
Patrizia Puliafito
Patrizia Puliafito

Pir: nuove regole a favore degli investitori.

Patrizia Puliafito
Il Mef cambia le regole degli investimenti Pir

Sono cambiate le regole d’investimento per i Pir (piani individuali di risparmio). Anche i privati possono cambiare prodotto prima dei 5 anni. Consigli pratici.Le linee guida pubblicate dal Ministero dell’Economia e delle Finanze lo scorso ottobre 2017  hanno fornito importanti chiarimenti sulla gestione dei “contenitori Pir” dove gli investitori devono conservare i prodotti Pir  che possono essere:

  • Fondi,
  • Etf,
  • Unit Linked ,
  • Gestioni Patrimoniali,
  • Titoli.

Come sono cambiate le regole

Prima :solo gli investitori istituzionali potevano ruotare i portafogli dei fondi Pir, mentre i privati dovevano mantenere  bloccato per cinque anni il loro investimento nel “contenitore Pir”( con unica eccezione degli strumenti finanziari che scadevano naturalmente). In caso di disinvestimento prima dei cinque anni, l’investitore privato perdeva i benefici fiscali, ovvero l’esenzione dal pagamento dell’imposta del 26% sul guadagno (ovvero sul capital gain).

Adesso: il Mef ha chiarito che gli investitori privati possono disinvestire anticipatamente, a patto che le somme incassate dalla vendita del prodotto finanziario vengano reinvestite entro 90 giorni in un altro prodotto Pir, lasciando la liquidità dentro al “contenitore Pir”, dove devono essere obbligatoriamente custoditi gli investimenti in prodotti Pir.

Consigli per investire negli strumenti Pir

  • Gli investimenti Pir devono essere tenuti per cinque anni e contenuti in un conto titolo Pir depositato presso la banca
  • La banca provvede alla gestione della fiscalità e alla eventuale rotazione del portafoglio durante i cinque anni
  • E’ bene diversificare su più prodotti Pir e  rivedere periodicamente i pesi assegnati ai singoli prodotti in base al contesto di mercato, visto che le nuove regole del Mef lo consentono
  • Per beneficiare dell’agevolazione fiscale, ovvero non pagare l’imposto sugli utili, gli investimenti negli strumenti Pir va tenuto per cinque anni
  • E’ bene ricordare che le soluzioni Pir sono focalizzate esclusivamente sull’investimento nelle aziende italiane ( in particolare nelle pmi) e pertanto l’investimento in Pir deve rappresentare una percentuale ridotta del proprio portafoglio.
  • Prima di acquistare un prodotto Pir valutate attentamente in quali società viene investito il capitale, soprattutto le piccole e medie imprese che sono le più rischiose.
  • Nell’esporsi a una soluzione Pir, prendete in considerazione anche l’approccio Pac (Piano di Accumulo del Capitale) in quanto un unico investimento iniziale potrebbe esporvi al rischio di un market timing  sbagliato (ovvero ad acquistare in un momento sbagliato).

Può interessarti anche:

I Pir: piani individuali di risparmio

Etf Pir

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © 23 maggio 2018